Immigrati, ecco i numeri nei comuni dell'eugubino-gualdese

Per lo più vengono da Marocco e Romania. Aumentano le badanti
Gubbio

E’ stato effettuato un censimento sugli immigrati residenti al 30 settembre 2018 nei comuni dell'eugubino-gualdese: Costacciaro, Fossato di Vico, Gualdo Tadino, Gubbio, Nocera Umbra, Scheggia e Pascelupo, Sigillo, Valfabbrica.

Nel castello di Baccaresca, il circolo Acli “Ora et Labora” di Fossato di Vico ha reso note le cifre del XVI censimento: gli stranieri sono 5298 vale a dire 8,96%, in leggero calo rispetto all’anno precedente.

A Fossato di Vico si concentra la maggior percentuale di immigrati (16,14%), segue Nocera Umbra (10,89%), Gualdo Tadino ( 10,21%), Valfabbrica (9,55%), Scheggia (7,02), Gubbio (6.46%), Costacciaro (6.20), Sigillo (5,22%).

Per quanto riguarda la nazionalità prevalente è quella marocchina per il 24%, seguono albanesi 21,70% e rumeni 14,23%.

Sono in aumento le donne che lavorano come badanti mentre cala la scolarizzazione dei giovani.

E’ intervenuto il Procuratore generale della repubblica di Perugia dott. Fausto Cardella che ha affermato come l'Italia è uno dei paesi più sicuri del mondo occidentale e l'aumentare degli immigrati non ha visto una crescita dei crimini. Oggi l'organizzazione criminale più attiva, è la `ndrangheta, ma anche la mafia e la camorra.