Gubbio, denunciata una donna per furto all'interno del centro socio riabilitativo

Una 45enne residente a Nocera Umbra si era introdotta all'interno dell'istituto con l'intento di derubarne i pazienti
Gubbio

I Carabinieri della Stazione di Gualdo Tadino, alcuni giorni fa, sono intervenuti nei confronti di una donna, 45enne italiana abitante a Nocera Umbra, che si è resa autrice di un furto a danno di un ospite del centro diurno socio riabilitativo di Gualdo Tadino. Una struttura utilizzata per l’inserimento delle persone più deboli e con difficoltà cognitive nella società, nella cui organizzazione vigono principi di sincerità, onestà e fiducia nei confronti di chiunque frequenti il centro.

Approfittando proprio di questi aspetti, la 45enne si è introdotta all’interno dell’istituto e si è impossessata di un portafogli contenente una discreta somma di denaro contante, ma la vittima, resasi conto dell’accaduto, ha chiamato i Carabinieri gualdesi, ai quali tra l’altro è molto affezionata; i militari si sono immediatamente precipitati in suo aiuto e, nel giro di pochi istanti, sulla base di alcune indicazioni raccolte sul posto, hanno rintracciato la ladra. Dopo un primo tentativo da parte della donna di eludere le proprie responsabilità, i carabinieri sono riusciti a ricostruire la vicenda e a far confessare il furto.

La donna è stata denunciata in stato di libertà per furto aggravato e nei confronti della stessa è stata avanzata la proposta del foglio di via obbligatorio dal comune di Gualdo Tadino.