Torna la "truffa dell'incidente"

Con la nuova ondata di furti tornano anche le truffe ai danni degli anziani, già due episodi segnalati
Gualdo Tadino

Con la nuova ondata di furti sul territorio torna anche la “truffa dell'incidente” ai danni di due anziane signore a Gualdo Tadino.

Lo schema è sempre lo stesso, ripetuto in maniera sistematica da due malviventi, uno dei quali ha il compito di fingersi un maresciallo e di telefonare alla vittima avvertendola di un grave incidente provocato da un familiare, tratto poi in arresto e detenuto in prigione, a questo punto scatta la richiesta di un pagamento salato da versare, come da prassi, all'altro complice della truffa che fingendosi un avvocato si presenterà a casa dei malcapitati.

È già successo che alcuni anziani, in apprensione per la notizia, facessero entrare l'uomo dall'aspetto curato e molto ben vestito, in modo da calarsi perfettamente nella parte. Solo che, una volta messo piede nell'abitazione, il delinquente è stato in grado di razziare ogni cosa: da soldi, a gioielli di valore, fino a portare via anche oggetti di natura sentimentale senza alcun valore economico.

Un raggiro ben orchestrato messo in atto ai danni di persone sole e spesso inconsapevoli, è necessario quindi ribadire agli anziani di prestare la massima attenzione verso gli sconosciuti, e soprattutto chiedere sempre un documento identificativo qualora si presentassero in veste di forze dell'ordine.

La giornata di martedì è stata però segnata anche da una serie di spaccate nelle abitazioni dove i ladri hanno fatto incetta di beni preziosi, piccoli elettrodomestici e altri oggetti di valore. A tal proposito è stata segnalata una Golf nera, probabilmente rubata in un'altra regione, che si aggira nelle zone della fascia appenninica.

È necessario quindi stare allerta in questo periodo che anticipa il Natale, in cui i malviventi sono alla ricerca delle migliori occasioni per compiere furti e razzie.