Rissa finita nel sangue sul treno verso Foligno

Colluttazione violenta tra due cittadini stranieri, probabilmente ubriachi
Foligno

Paura sul regionale 2321 che ferma a Foligno.

Momenti di panico e sgomento quelli vissuti dai passeggeri del treno che attraversa le Marche e l'Umbria con fermata intermedia nel folignate.

Due stranieri, visibilmente ubriachi, hanno cominciato ad insultarsi e a colpirsi con i vetri di una bottiglia in frantumi, iniziando una vera e propria colluttazione fatta di spintoni, urla e fendenti al volto e alle braccia. Il tutto mentre si rincorrevano tra i sedili, schivando a malapena le poche persone presenti in quella corsa notturna.

Alla guida del convoglio c'era un capotreno donna di 40 anni che, con estrema professionalità, si è trovata a dover gestire un emergenza improvvisa. L'arrivo alla stazione di Foligno ha segnato così la fine di un viaggio da incubo dato che, ad attendere i due stranieri, c' erano già le forza dell'ordine e un'ambulanza.

Sulle pareti e sui sedili del regionale Ancona-Roma c'erano tracce di sangue e vetri rotti, che sono stati rimossi dal personale di Trenitalia per permettere ai nuovi passeggeri di salire a bordo con un'ora di ritardo.