Foligno, si comincia a delineare il futuro dell’ex zuccherificio

Previsti 150 posti di lavoro e 70 milioni di investimenti
Foligno

Sembra che ci siano segnali concreti per il definito sblocco dell’area ex Zuccherificio rimasta per troppi anni nel limbo dell’indecisione sia per progetti troppo faraonici per la città ma anche per i rapporti con un vicino centro commerciale.

Ora Coop Centro Italia ed Amministrazione comunale stanno stringendo per un’intesa che prevede 150 posti di lavoro ed una 70ina di milioni di investimento che risolverebbe tra l’altro anche altri due problemi spinosi: la famosa ‘buca’ di Prato Smeraldo e l’area dell’ex Sansificio.

Per la prima la nuova viabilità di ingresso all’area prevede una sistemazione definitiva e per la seconda c’è un progetto di recupero.

Lo stesso sindaco ammette che la soluzione poteva già essere trovata anni fa ma che ci sono state resistenze anche all’interno della stessa maggioranza.

Resta aperto il problema Gabrielli, l’altro supermercato adiacente all’area principale, ma intanto si può procedere a risolvere il problema maggiore.

Infine l’accorso si è trovato sulla riduzione delle volumetrie ed alle cubature della parte residenziale di 15mila metri cubi, una parte dei parti saranno recuperati altrove.

Quando tutto l’iter sarà completato si dovrebbe chiudere anche i contenzioni in essere, come quello pendente al Consiglio di Stato rinviato alla luce dell'accordo.