Cordata di imprenditori per l'Elettrobiomedicale

Fiato sospeso per sessanta lavoratori a rischio di licenziamento
Foligno

Spiraglio di vita per l'Elettrobiomedicale di Foligno, l'azienda assorbita dall'Althea che a fine anno 2018 dovrebbe chiudere i battenti.
Alcuni imprenditori umbri si stanno organizzando al fine di mantenere l'attività produttiva dell'azienda che opera nella zona industriale della Paciana e dunque salvaguardare il posto di lavoro dei 60 lavoratori.

Il sindaco di Foligno Nando Mismetti rivela: «Di recente è stato avviato un percorso con alcuni soggetti imprenditoriali intenzionati a dare il via ad una operazione, difficile ma, non impossibile. Una trattativa che coinvolge anche la Regione, dalla quale si potrà conoscere di più a conclusione di un vertice che dovrebbe essere fissato entro la fine di agosto, nel tentativo di sapere le intenzioni dell'Althea, ovvero verificare se esistono le condizioni per trovare un punto di incontro necessario per evitare la chiusura della Elettrobiomedicale e con essa scongiurare l'ipotesi legata alla perdita dei 60 posti di lavori». «L'impegno delle Istituzioni è massimo - conclude il sindaco - mi auguro che si possa arrivare ad una soluzione positiva della vertenza».