Vertenza Nardi, intesa per 45 esuberi

Sindacati in coro: «Limitati i danni»
Città di Castello

Vertenza Nardi: il numero degli esuberi passa dai 65 a 45. Un accordo doloroso, ma che lascia aperte ulteriori ipotesi di miglioramento: è questo, in estrema sintesi, il giudizio che le organizzazioni sindacali Fim, Fiom e Uilm di Perugia danno dell’intesa raggiunta per la vertenza Nardi e accolta dall’assemblea dei lavoratori dell’azienda di San Giustino. Gli esuberi saranno 45, pari a circa la metà dell’attuale forza lavoro. Tutti i dipendenti resteranno comunque in azienda fino al 6 febbraio 2019, data di scadenza della cassa integrazione che potrebbe però essere ulteriormente prorogata in base alle nuove regole introdotte dal cosiddetto decreto Di Maio. A tale scopo, Fim, Fiom e Uilm hanno già preso contatti con il ministero per un primo incontro da tenersi a fine mese.