Condannato a 4 anni e 8 mesi il giostraio dell’Altotevere

Riconosciuto colpevole di aver molestato ragazzine
Città di Castello

È finita con una condanna a 4 anni e 8 mesi di reclusione il processo a carico di Gianni Proietti, detto “Eros”, il giostraio originario di Fano, ma itinerante, accusato e dunque riconosciuto colpevole per aver molestato sessualmente tre tredicenni: per aver chiesto loro foto a sfondo sessuale e per averle palpeggiate in cambio di giri in giostra.
È dunque finito così il processo con il rito abbreviato per la vicenda scoppiata in Altotevere nella primavera scorsa. L'uomo fu bloccato in esecuzione di un'ordinanza di custodia cautelare in carcere. Ora si trova agli arresti domiciliari. Ieri pomeriggio l'imputato si è presentato davanti al giudice per l'udienza preliminare Lidia Brutti. Il pubblico ministero Paolo Abbritti aveva sollecitato la condanna a sei anni di reclusione.