Arrestate tre donne di etnia rom

Rubavano usando bambini a Bastia Umbra
Bastia Umbra

Dopo settimane di indagini serrate da parte degli agenti del commissariato di Assisi - diretto Francesca Di Luca - sono finite agli arresti domiciliari tre donne, rispettivamente di anni 37, 30 e 21, di etnia rom e tutte legate da stretti vincoli con il capofamiglia, essendone la convivente, la nuora e la figlia, già note alle Forze dell’Ordine per i loro numerosi precedenti penali.
Sono accusate di aver messo a segno tra il 2017 e il 2018 almeno otto furti. Tutto nasce dalla denuncia dell’amministratore delegato dei Magazzini Maury’s a Bastia che, alla polizia, aveva segnalato come, negli ultimi cinque anni il supermercato era stato letteralmente preso d’assalto da una famiglia rom, stanziale a Bastia che, praticamente ogni giorno, rubava dagli scaffali svariati oggetti, con un danno economico di 300-400 euro per volta. Tra maggio e giugno 2018 ben nove episodi. Dalle telecamere si vedono distintamente i bambini eseguire gli ordini dei grandi per occultare la refurtiva.
Nove in totale i denunciati alla Procura della Repubblica presso il Tribunale, componenti di un nucleo familiare allargato e stabilmente conviventi; segnalati al Tribunale per i Minorenni anche due minori, non imputabili.