L’avaro di Molière al teatro Sociale di Amelia

Lo spettacolo si terrà sabato 20 gennaio, alle 20,30
Amelia

Sarà L’avaro di Molière a inaugurare sabato 20 gennaio, alle 20,30, la Stagione di Prosa del teatro Sociale di Amelia.

Nella parte del protagonista Arpagone la grande cifra attoriale di Alessandro Benvenuti insieme a Giuliana Colzi, Andrea Costagli, Dimitri Frosali, Massimo Salvianti, Lucia Socci, Paolo Ciotti, Gabriele Giaffreda ed Elisa Proietti.

Amaro e irresistibilmente comico L’avaro molieriano riesce a essere un capolavoro immortale e nello stesso tempo a raccontare il presente senza bisogno di trasposizioni o forzate interpretazioni.

L’adattamento rispettoso e illuminante di Ugo Chiti innesta le vicende del grande classico nel linguaggio, forte, crudo, e a volte comicissimo che gli è proprio e che diventa tutt’uno con la sua regia, scavando al fondo delle psicologie dei personaggi anche grazie all’assoluta corrispondenza dell’uso della parola teatrale.

Grazie all’apporto del “primattore” Benvenuti, pur seguendo con grandissimo rispetto la vicenda, i tempi e la lettera del grande classico, il testo della riscrittura si plasma e si radica nel corpo della compagnia che del lavoro con il loro dramaturg fanno ancora la principale e la più intensa delle loro esperienze.

Si può prenotare telefonicamente, al Botteghino Telefonico Regionale 075/57542222, tutti i giorni feriali, dalle 16 alle 20. I biglietti prenotati vanno ritirati mezz’ora prima dello spettacolo, altrimenti vengono rimessi in vendita.