Alla Comunità Incontro ricordate le donne vittime della violenza

Un'occasione per parlare anche del pericolo delle nuove droghe che passano attraverso Internet
Amelia

Lectio magistralis alla Comunità Incontro fondata da Don Pierino Gelmini, a Molino Silla di Amelia, della dottoressa Roberta Pacifici, direttore del centro nazionale dipendenze e doping dell’Istituto superiore di Sanità. La Pacifici ha illustrato, in una sala gremita di ragazzi e genitori, lo stato delle dipendenze in Italia. La dottoressa ha anche spiegato il grande ed importante lavoro svolto dal Centro che opera con un approccio multidisciplinare attraverso ricerca, controllo, intervento e consulenza. E' proprio lì che vengono analizzate le nuove droghe immesse sul mercato anche e soprattutto attraverso i nuovi canali di Internet.
Alla conclusione dei lavori c'è stata la benedizione di monsignore Giovanni D'Ercole, vescovo di Ascoli Piceno.

La Comunità Incontro, inoltre, nella giornata internazionale per l'eliminazione della violenza contro le donne, ha voluto ricordare ed ha espresso la sua solidarietà verso tutte quelle donne che subiscono ed hanno subito violenza.

Ieri è stata anche l'occasione per presentare la frase “Fermatevi... forse nascerà amore” che guiderà il Natale della Comunità. Nell'agorà quest'anno verrà allestito un presepe molto speciale: da un lato la capanna con Maria, Giuseppe e Gesù che indica la via della vita, da un altro lato ci sarà la via della morte con le storie sfortunate di Pamela e Desirèe che sono incampate nel cammino della morte e non hanno trovato la via della vita. La Comunità Incontro ricorda le due ragazze.